Ti trovi in: Home   

Storia della dimora


Villino Villadorata è una residenza fatta costruire dalla famiglia nobiliare Nicolaci di Villadorata poco distante dalla città di Noto precisamente sulla collina a San Corrado Fuori Le Mura , per godere con gli amici o i sui vari ed importanti ospiti sia dell'aria salubre e della temperatura più fresca e ventilata rispetto al calore estivo della città sia della meravigliosa vista panoramica che spazia tra Noto antica - Madonna delle Scala - Oasi di Vendicari e Capo Passero con le isolette e la costa bagnata dai due mari, ionio e mediterraneo.

Come era consuetudine tra i nobili siciliani della Val di Noto, oltre alla residenza cittadina, venivano fatte costruire dimore al mare o sulla collina sovrastante la città, per usufruirne a seconda della stagione.

Villino Villadorata fu progetto dall'ingegnere architetto Francesco Cassone per il principe Corrado Nicolaci e sua moglie Cecchina Cannizzaro. Sulla facciata principale sono evidenziati gli stemmi della due casate.

Il massimo splendore della famiglia Nicolaci fu raggiunto fra il '700 e l'800 quando divennero principi di Viiladorata e in quel periodo fecero costruire diversi palazzi e ville nella zona tra Noto e Marzamemi.

A Noto fu loro residenza uno splendido palazzo barocco, i cui balconi vengono ancora oggi rappresentati come la più interessante immagine della città per via della ricca architettura barocca che li contraddistingue.