Ti trovi in: Home   

Storia della dimora


i nobili che vennero dalla Russia

Villino Villadorata è una residenza fatta costruire dalla famiglia nobiliare Nicolaci di Villadorata, di antiche origini russe (di nome Nicolaiev, divenuto poi Nicolaci). Un componente della quale, naufragato sulle coste sud orientali della Sicilia (era ammiraglio), si innamorò di questi luoghi scegliendoli come residenza definitiva.

Il massimo splendore della famiglia Nicolaci fu raggiunto fra il '700 e l'800 quando divennero principi di Viiladorata e in quel periodo fecero costruire diversi palazzi e ville nella zona tra Noto e Marzamemi.

A Noto fu loro residenza uno splendido palazzo barocco, i cui balconi vengono ancora oggi rappresentati come la più interessante immagine della città per via della ricca architettura barocca che li contraddistingue.

Villino Villadorata fu progetto dall'ingegnere architetto Francesco Cassone per il principe Corrado Nicolaci e sua moglie Cecchina Cannizzaro. Sulla facciata principale sono evidenziati gli stemmi della due casate.

Come era consuetudine tra i nobili siciliani della Val di Noto, oltre alla residenza cittadina, venivano fatte costruire dimore al mare o sulla collina sovrastante la città, per usufruirne a seconda della stagione.

Villino Villadorata è quella che veniva usata dal Principe per godere, con gli amici e diversi ospiti, dell'aria salubre e della temperatura più fresca e ventilata rispetto al calore estivo della città.

Vedi anche:

Soggiorni in dimora storica in Sicilia

Soggiornare in Sicilia rappresenta un'esperienza unica e completa. Il clima dolce, che mitiga le sue coste da marzo a novembre, le antiche tradizioni storico-religiose, il patrimonio artistico-archeologico, culla della nostra civiltà e la tipica e gustosa cucina locale, rendono quest'isola un posto suggestivo e affascinante. Bagnata da due mari (Ionio e Mediterraneo) incontaminati e dai colori unici, la Sicilia è la più g...